Destinazioni Parco naturale Paneveggio Pale di San Martino

  • Vista sulle Pale da Malga Bocche
    Vista sulle Pale da Malga Bocche Foto: Carlo A. Turra
  • Foresta
    Foresta Foto: Carlo A. Turra
  • Centro visitatori Villa Welsperg
    Centro visitatori Villa Welsperg Foto: Carlo A. Turra
  • Legno Najadi
    Legno Najadi Foto: Carlo A. Turra
  • Lago di Colbricon
    Lago di Colbricon Foto: Carlo A. Turra
  • Torrente Miesnotta
    Torrente Miesnotta Foto: Carlo A. Turra
  • Panoramica Poline
    Panoramica Poline Foto: Carlo A. Turra
  • Val Venegia
    Val Venegia Foto: Carlo A. Turra

Parco naturale Paneveggio Pale di San Martino

Condividi

Il Parco naturale Paneveggio Pale di San Martino è situato nelle Dolomiti del Trentino. Si sviluppa in territorio montano per 190 kmq. Comprende alcuni dei luoghi più belli e conosciuti delle Dolomiti: il gruppo delle Pale di San Martino, la Val Venegia, la Foresta di Paneveggio, l’estremità orientale della catena del Lagorai e una parte della catena Lusia - Cima Bocche. Le Pale di San Martino sono uno dei nove siti dolomitici riconosciuti dall’Unesco come Patrimonio Naturale dell'Umanità.


Grandezza: 195,95 km²
Responsabile del contenuto
Outdooractive Editors 

Highlights

Il Parco si estende nella Valle di Primiero (Comuni di Primiero San Martino di Castrozza,  Canal San Bovo, Imer, Mezzano, Sagron Mis), in Val di Fassa (comune di Moena) e in Val di Fiemme (Comune di Predazzo).

Il Parco gestisce una articolata rete di sentieri, numerosi percorsi tematici e tre centri visitatori. Questi territori sono frequentati fin dall’Ottocento per l’interesse ambientale, alpinistico e turistico.

Le pareti dolomitiche delle Pale di San Martino si contrappongono alle rocce scure punteggiate di laghetti di origine glaciale del Lagorai e di Cima Bocche. Più in basso si trovano le foreste di abete rosso, i pascoli delle malghe ed i prati. I corsi d’acqua formano ambienti fluviali di grande pregio, con cascate, forre, piccoli laghetti. Sono presenti inoltre due piccoli ghiacciai.

Le foreste rappresentano ambienti di grande importanza per il Parco, per le notevoli estensioni e la grande qualità. La vasta foresta di Paneveggio è costituita in prevalenza da abete rosso e qui si trovano i famosi abeti di risonanza, alberi il cui legno ha delle particolari caratteristiche tecnologiche che lo rende unico per la produzione di strumenti musicali.